Il suono dell’home cinema tra le vostre quattro mura!

23. Aprile 2024 Audio

Un televisore da solo non è sufficiente per portare l’esperienza cinematografica più autentica tra le vostre quattro mura! È necessario anche un sistema audio potente. Se avete comunque intenzione di allestire un vero e proprio home cinema, date un’occhiata ai nostri consigli per iniziare nel migliore dei modi.

Lista di controllo per il miglior audio home cinema

Per garantire un buon suono cinematografico, è necessario prendere in considerazione le seguenti opzioni:

  • Pacchetto completo di sistema home cinema o sistema audio personalizzato?
  • La posizione nella stanza in cui le onde sonore dei due diffusori stereo si incontrano simultaneamente
  • Una soluzione virtuale o un autentico suono surround?
  • È necessario più di un subwoofer?
Home cinema audio

Suono surround virtuale

Se si desidera utilizzare solo una soluzione soundbar relativamente semplice, in genere si è indipendenti dal posizionamento. I modelli di alta qualità generano il loro paesaggio sonoro sulla base di altoparlanti calcolati artificialmente. In questo modo si crea un’impressione di ascolto simulato e spaziale. Questa funzione è nota come Virtual Surround.

Suono surround autentico

A differenza della realizzazione virtuale, un risultato autentico può essere ottenuto solo con sorgenti sonore fisiche. Una configurazione tipica è costituita da diversi elementi. In primo luogo, un diffusore centrale per una migliore riproduzione del parlato e un subwoofer con funzione bass reflex. Ci sono poi almeno quattro diffusori per coprire le aree angolari. Sono possibili ulteriori aggiunte, come diffusori sul retro o soluzioni che irradiano verso il soffitto.

Allineare correttamente l’home cinema

L’angolo giusto gioca un ruolo importante anche per il suono. Se si utilizzano più diffusori in un sistema surround, i diffusori devono essere posizionati in modo che tutte le onde sonore percorrano la stessa distanza. Il punto in cui si ottiene questo risultato è chiamato ” sweet spot”. È il punto in cui il suono è migliore. Un punto ideale è quello intorno al divano o alla poltrona del cinema.

Abbiamo preparato diverse soluzioni che includono dispositivi di riproduzione e sistemi audio, ovvero ciò che un televisore da solo non può offrire o non può offrire in modo soddisfacente. Naturalmente è incluso anche il cablaggio, ma le periferiche sono sufficienti per un primo orientamento. I risultati sono sistemi surround progettati per budget ed esigenze diverse.

Home cinema a prezzi accessibili: una soluzione all-in-one

LG LHB625M Heimkino 5.1 Blu-ray-Player Bluetooth DLNA schwarz
Amazon

Non tutti coloro che vogliono godersi il proprio home cinema hanno la possibilità di investire diverse migliaia di euro nella tecnologia. Per coloro che hanno a disposizione solo un piccolo budget, consigliamo questo sistema di diffusori 5.1 di LG. Prima di tutto: il prezzo può essere giusto per molti, ma va detto che dovrete accettare alcuni compromessi.

Non è incluso un lettore Blu-ray UHD, ma una versione standard Full HD in grado di funzionare. Se avete ancora un televisore 4K, dovrete affidarvi all’upscaling del processore integrato. Ciò consente di generare una risoluzione 4K artificiale, ma si dovrà fare a meno della risoluzione nativa per i Blu-ray. Se siete più appassionati di streaming, siete in buone mani: potete ancora trasmettere i vostri contenuti preferiti in 4K tramite Netflix o Amazon Prime Video.

La dotazione comprende anche quattro diffusori satellite, un diffusore centrale e un subwoofer. Insieme, tutti e cinque i diffusori erogano una potenza nominale di 1000 watt. Se volete trasformare il vostro salotto di piccole o medie dimensioni in un home cinema economico e potete fare a meno della qualità 4K nativa per i Blu-ray, questo è un pacchetto complessivamente conveniente. Se invece non volete rinunciare ai Blu-ray UHD e avete esigenze audio ancora più elevate, continuate a leggere.

Audio migliore e maggiori possibilità nell’home cinema

La nostra seconda configurazione home cinema consiste in due componenti che devono essere acquistati separatamente. È possibile che uno dei due sia già disponibile e non sia necessario acquistarlo. Il vantaggio di questa soluzione modulare è che i singoli dispositivi possono essere sostituiti a seconda delle necessità. Tuttavia, a nostro avviso, il concetto che abbiamo presentato offre i maggiori vantaggi.

Più di un semplice lettore UHD Blu-ray

PlayStation®5 (Modellgruppe – Slim)
ab 538,83 €*

Con una PlayStation 5 come centro di intrattenimento del vostro home cinema, avrete diversi vantaggi in un unico dispositivo. Una stazione di intrattenimento di questo tipo non offre solo giochi:

  1. Riproduzione di Blu-ray UHD
  2. streaming 4K su Netflix, Amazon Prime Video o Disney Plus
  3. Riproduzione di videogiochi in risoluzione 4K (un piccolo bonus)

Se siete appassionati di videogiochi, troverete facile utilizzare l’intero sistema: Il controller PS5 funge da telecomando per lo streaming, i Blu-ray e i videogiochi. L’immagine è stata curata, ora manca il suono.

Delicatezza del suono: Dolby Atmos

Onkyo SKS-HT588(B) 5.1.2 Kanal Heimkino Lautsprechersystem (6-teilig), Dolby Atmos-fähig, 130 W Belastbarkeit, 80 W aktiver Subwoofer, Surround Lautsprecher wandmontierbar, Schwarz
Amazon

Il sistema surround Onkyo SKS-HT588 è una vera chicca con audio Dolby Atmos a un prezzo ragionevole. La dotazione è notevole per il prezzo: due piccoli diffusori satellite, due diffusori satellite più grandi, un diffusore centrale e un subwoofer. I diffusori più grandi non fanno pensare che sul lato superiore siano integrati anche due diffusori da soffitto, che emettono il suono Atmos verso il soffitto. La potenza nominale è di 130 watt per canale: un volume sicuramente sufficiente per il vostro salotto.

Il centro dati di ogni home cinema: Il ricevitore AV

Il sintoamplificatore AV Onkyo TX-SR393.

Sebbene la Xbox Series X|S offra un’ampia gamma di intrattenimenti nell’home cinema, il ricevitore audio-video, o ricevitore AV in breve, è il punto di contatto centrale. È qui che tutti i segnali audio e video confluiscono e vengono inviati alle rispettive destinazioni. In questo caso, consigliamo un sintoamplificatore di Onkyo, il TX-SR393.

Questo amplificatore hi-fi multicanale ha un gran numero di canali e connessioni sul retro. nel nostro caso, il televisore 4K e la Xbox Series X|S sono collegati al ricevitore AV tramite HDMI. Ogni singolo diffusore è collegato tramite un cavo per diffusori con cavi positivi e negativi. Il subwoofer attivo è collegato tramite RCA.

Una volta che tutto è stato cablato e installato, è possibile godere del suono surround 5.1: Per i Blu-ray 4K, i videogiochi e lo streaming. In molti casi sono supportati anche i formati audio dinamici Dolby Atmos e DTS:X. In questo modo sarete al centro dell’azione con i film in Blu-ray o Netflix e con i videogiochi su Xbox Series X|S. Il sintoamplificatore AV è anche abilitato al Bluetooth: Naturalmente funziona anche lo streaming musicale da smartphone o tablet.


Set di medio prezzo con Dolby Atmos

Se le soluzioni precedenti non soddisfano le vostre esigenze e volete di più, questa configurazione potrebbe fare al caso vostro. A questo livello, potrete dare al vostro salotto una vera e propria spinta in termini di qualità video e audio, ma potrete anche spostarlo in una stanza dedicata, come la sala hobby. Preparatevi a una soluzione per audiofili.

La stazione di intrattenimento per il vostro home cinema

Xbox Series X 1TB
ab 499,00 €*

In questo caso, abbiamo scelto la Xbox Series X come centro di intrattenimento. All’apparenza può sembrare un po’ arbitrario, ma non tutti sanno che la console Microsoft è in grado di riprodurre anche i Blu-ray 4K UHD. È anche in grado di riprodurre Dolby Vision e Dolby Atmos. I contenuti nativi Dolby Cinema possono quindi essere riprodotti senza problemi. Con la Xbox Series X è anche possibile giocare ai videogiochi in risoluzione 4K HDR. Con un’ottima immagine e un audio fantastico, questo è un grande divertimento e un ulteriore vantaggio.

Alternativa: lettore UHD 4K di fascia alta di Sony

Sony UBP-X800M2 4K Ultra HD Blu-ray Disc Player (Dolby Atmos, UHD, HDR, High-Resolution Audio, Multi-Room, Bluetooth) Schwarz
ab 248,00 €*

Se volete una qualità dell’immagine e del suono ancora migliore, allora dovreste dare un’occhiata al Sony UBP-X800M2. Questo lettore di dischi universale di alta qualità è in grado di ottenere ancora di più da tutti i Blu-ray, DVD e CD. È in grado di riprodurre quasi tutti i formati di dischi e file ed è particolarmente impressionante quando si tratta di audio. In questo caso, il lettore è in grado di produrre un suono molto ben distribuito e musicale. Naturalmente, l’UBP-X800M2 supporta anche il Dolby Atmos.

Il set di diffusori per l’home cinema con Dolby Atmos

Per la soluzione home cinema di prezzo medio, abbiamo selezionato un set di diffusori di alta qualità di Teufel con capacità Dolby Atmos. Il set comprende due diffusori a colonna con sistema a 3 vie, ovvero tweeter, midrange e woofer. Il diffusore centrale, il diffusore posteriore e i diffusori a soffitto hanno un sistema a due vie, ovvero tweeter e midrange. Il subwoofer completa lo spettro di frequenze nella gamma dei bassi e dei sub-bassi.

Questo set di diffusori Teufel offre un suono Dolby Atmos di grande qualità.

Questo pacchetto completo contiene tutto il necessario per allestire una configurazione compatibile con Dolby Atmos e DTS:X con un suono di altissimo livello. Siamo in una gamma di qualità che soddisferà sicuramente gli appassionati di audio. Tuttavia, i vantaggi di questo set non si esauriscono con la qualità del suono: C’è anche abbastanza flessibilità.

Mentre i diffusori da pavimento sono tradizionalmente collocati accanto al televisore e quelli da scaffale dietro il divano, i diffusori Atmos possono essere appoggiati o appesi. È possibile utilizzarli come diffusori riflettenti e posizionarli sopra i diffusori da pavimento, ad esempio, oppure appenderli alla parete sotto il soffitto.

In quest’ultimo caso, è necessario prestare attenzione al posizionamento preciso per ottenere il miglior suono possibile. Il diffusore centrale viene solitamente collocato direttamente di fronte al televisore. Infine, il subwoofer può essere posizionato a piacere. Come per la nostra seconda opzione, il ricevitore AV è incluso nel prezzo.

Il sintoamplificatore AV per un suono perfetto

Il sintoamplificatore AV funge da interfaccia tra audio e video e da centro di controllo dell’intero sistema home cinema. È qui che confluiscono tutti i cavi: HDMI da Xbox Series X o Pioneer UDP-LX500 e TV, nonché tutti i cavi dei diffusori per i singoli diffusori. Come per l’Onkyo HT-R495, la gamma di funzioni è praticamente illimitata: Dolby Atmos per i videogiochi, streaming Netflix e Blu-ray 4K, streaming Bluetooth tramite Spotify, Amazon Music e così via: tutto è possibile. È anche possibile collegare facilmente dispositivi audio esterni all’AVR con il cavo giusto.


FAQ – Termini tecnici dell’home cinema

Se volete allestire un home cinema e siete alle prime armi con questo hobby, è comprensibile che abbiate molte domande all’inizio. Abbiamo raccolto le domande più importanti e siamo lieti di rispondere per voi.

Cosa significa 5.1.2?

Dietro questi tre numeri, che possono confondere i principianti, si nascondono le denominazioni dei canali dei sistemi surround. Il primo numero indica il numero di canali surround, il secondo il numero di canali dei bassi e l’ultimo il numero di canali degli alti. Un sistema 7.2.4 ospita sei diffusori satellite, un diffusore centrale, due subwoofer e quattro diffusori a soffitto.

Perché il suono è così importante?

Gli spettatori che escono da una proiezione di solito sono entusiasti del film fantastico, ma si rendono conto solo inconsciamente che il suono era altrettanto stimolante. Se si vuole vedere un film con la qualità voluta dal regista, si deve prestare la stessa attenzione al suono che all’immagine. Un film d’azione è davvero divertente solo se il bass reflex raggiunge il soffitto quando è necessario. Per ottenere questo risultato, quasi tutti i sistemi audio sono dotati di un subwoofer, sia le soundbar che i sistemi audio surround.

Per le stanze più grandi, tuttavia, si consiglia di utilizzare più subwoofer. Due dovrebbero essere sufficienti. Se la stanza è più piccola di 50-60 metri quadrati, è sufficiente anche un solo woofer. Se state pensando di acquistare un secondo subwoofer, verificate innanzitutto se sul vostro ricevitore AV è disponibile una seconda interfaccia.

A cosa servono i diversi diffusori?

Un sistema audio 5.1.2 è composto da otto diffusori: Due diffusori anteriori, due diffusori posteriori, un diffusore centrale, un subwoofer e due diffusori a soffitto. I diffusori anteriori sono posizionati a sinistra e a destra del televisore per creare un triangolo stereo perfetto. I diffusori posteriori, solitamente più piccoli di quelli anteriori, sono posizionati lateralmente dietro gli spettatori.

Il diffusore centrale è posizionato direttamente davanti al televisore e di solito riproduce i dialoghi che in realtà dovrebbero provenire direttamente dall’immagine. Un subwoofer si occupa delle frequenze basse e sub-basse. Il diffusore a soffitto è responsabile dei suoni che si producono sopra la testa, ad esempio gli aerei o la pioggia.

Cosa sono Dolby Atmos e DTS:X?

Sia Dolby Atmos che DTS:X sono formati surround dinamici basati su oggetti che seguono lo stesso principio. Dolby Atmos è la tecnologia proprietaria di Dolby Laboratories, mentre DTS:X è il formato concorrente di DTS Inc. In questo caso, le sorgenti sonore sono sempre memorizzate con un vettore spaziale, in modo che provengano in modo flessibile dalla giusta direzione in qualsiasi configurazione multicanale.

A ciascun diffusore viene quindi assegnato un segnale individuale, ottenendo così un vero suono 3D. Con Dolby Atmos, un elicottero che sorvola la scena sembra davvero planare sopra di voi. O la pioggia che atterra su una tenda da sole sopra la vostra testa. Le possibilità offerte da Atmos sono infinite.

Questo video mostra e spiega il Dolby Atmos.

Quali formati sonori hanno un ruolo nell’home cinema?

I formati audio dinamici sono la tendenza dell’home cinema. In particolare, Dolby Atmos e il suo diretto concorrente DTS:X svolgono un ruolo importante. Tuttavia, esistono alcuni codec all’interno di questi formati. Il Dolby Atmos può quindi essere trasmesso compresso, ma anche non compresso.

Il Dolby Atmos non compresso è possibile solo tramite HDMI eARC, nel qual caso viene utilizzato il codec Dolby TrueHD. L’Atmos compresso, invece, utilizza il codec Dolby Digital Plus. Con quest’ultimo, i canali di altezza devono essere compressi, poiché le informazioni vengono trasmesse anche sulle tracce dei normali canali surround.

Dove posso ascoltare Dolby Atmos e DTS:X?

I contenuti con Dolby Atmos e DTS:X non sono disponibili solo sui Blu-ray UHD. I formati noti al cinema sono supportati anche da Netflix e Amazon Prime, oltre che da un numero sempre maggiore di videogiochi.

Che cos’è il THX?

La designazione THX si basa su un’azienda statunitense di immagini e suoni fondata da George Lucas nel 1983. Questa società rilascia certificazioni per singoli prodotti che soddisfano determinati requisiti. Un sistema home cinema certificato THX riproduce il suono così come è stato originariamente progettato dal tecnico del suono.

Quali cavi devo usare per la trasmissione video e audio?

Per il funzionamento di un sistema home cinema, è necessario utilizzare cavi HDMI adatti per tutti i segnali video. I segnali audio devono essere trasmessi tramite cavo per diffusori o RCA.

Che cos’è l’HDR?

HDR si riferisce a una certa gamma dinamica e di contrasto. La profondità di colore per i contenuti HDR è di almeno 10 bit, che corrispondono a una gamma dinamica di 200.000:1. Sul mercato sono disponibili diversi formati per la visualizzazione. L’Hybrid Log Gamma, o HLG, è utilizzato nel settore broadcast.

HDR10 è il formato HDR statico più diffuso. Il formato dinamico HDR10+ è il risultato di una collaborazione tra Samsung e Amazon Video e può essere utilizzato senza licenza. Il formato concorrente è Dolby Vision, che consente una profondità di colore fino a 12 bit e 8K a 120 hertz. Per l’utilizzo è necessario pagare una licenza. Con i formati HDR dinamici, la curva di mappatura dei toni può essere regolata scena per scena.

Cosa sono l’upscaling e l’upmixing?

L’upscaling deriva dal settore video e l’upmixing dal settore audio. Con l’upscaling, i contenuti a bassa risoluzione vengono migliorati artificialmente. I contenuti a bassa risoluzione possono essere upscalati con l’aiuto dei processori di immagine installati nei televisori 4K.

L’upscaling può causare artefatti che non dovrebbero essere visibili con un buon upscaling. Con il giusto lettore Blu-ray e il giusto televisore, difficilmente si riconoscerà la differenza tra i Blu-ray e i Blu-ray UHD. L’upmixing persegue un obiettivo simile, ma nell’area audio. Le tracce audio che non sono compatibili con Atmos possono essere rese compatibili con Atmos con l’aiuto di un miglioramento artificiale.

Tobias

tvfindr Editorial

[email protected]

Potreste essere interessati anche a ...