Quali Videocamera a filvengono utilizzate a Hollywood?

22. Aprile 2024 Caratteristica

Il mondo mistico della Hollywood californiana è la fucina di numerosi blockbuster che abbiamo apprezzato ogni volta per molti decenni. Ancora oggi, i film ci trasportano in mondi sconosciuti e possono scatenare molte emozioni. Vi spieghiamo quali sono le videocamera utilizzate per questo scopo e quali sono le tecnologie alla base di esse.

Audio, telecamera spenta e azione!

Registi di Hollywood come Christopher Nolan, Zack Snyder e Quentin Tarantino si affidano ancora alla tecnologia cinematografica analogica quando dirigono. Prima che le cineprese digitali facessero il loro ingresso nell’industria cinematografica, le riprese venivano effettuate con grandi macchine da presa su rotoli di pellicola. Ad esempio, su nastri da 35 mm, 65 mm o 70 mm.

Filmkameras
© gnepphoto

Le cineprese digitali, invece, memorizzano il materiale cinematografico in formato digitale su supporti di memoria come schede SD o dischi rigidi. Ciò consente di risparmiare peso e tempo durante la produzione. Tuttavia, questa tecnologia presenta anche degli svantaggi. Vi spieghiamo qui quali sono:

Videocamera analogiche a pellicola: vantaggi e svantaggi

  • Necessità di scannerizzare le bobine di pellicola analogica prima della visione
  • Possibile rumore dovuto al movimento fisico della bobina
  • Il materiale invecchia nel tempo e può diventare inutilizzabile
  • Costi di gestione relativamente elevati, soprattutto con una larghezza di banda di 70 mm
  • Estetica inconfondibile e non imitabile in digitale

Videocamera digitali a pellicola: vantaggi e svantaggi

  • I risultati possono essere visti direttamente sul set cinematografico
  • Le fotocamere digitali sono silenziose
  • Facile duplicazione dei file
  • Possibilità di registrazioni teoricamente infinitamente lunghe
  • Spesso l’aspetto è troppo “perfetto” e “pulito

Panoramica delle varie videocamera a pellicola

Per molto tempo a Hollywood sono state utilizzate telecamere analogiche, in quanto il carattere pittorico della pellicola chimica era preferito dai registi e la qualità dell’immagine è stata a lungo ineguagliata . Oggi non è più così. Le videocamere digitali con risoluzione 8K sono in grado di riprendere con una risoluzione altrettanto elevata e di imitare in parte il fascino della pellicola analogica. Solo una videocamera è ancora ineguagliabile: l’IMAX.

IMAX

Videocamera bobina di film

Una vera cinepresa IMAX, ad esempio la MSM 9802, utilizza una tecnologia vecchia di oltre 120 anni. Queste telecamere sono analogiche e girano su pellicola da 70 mm. Questo comporta molti svantaggi: Le pellicole sono molto costose, in quanto la pellicola ha una larghezza di banda doppia.

Il proiezionista di un cinema di Chicago calcola ad esempio, che la post-produzione di un rullo di pellicola in formato IMAX è dieci volte più costosa di un normale rullo da 35 mm. La scansione richiede molto tempo e la duplicazione è estremamente costosa. Inoltre, la cinepresa stessa pesa poco più di 100 kg e costa molto.

Un dato interessante: il prestito di una videocamera IMAX costa circa 16.000 dollari USA a settimana, mentre l’apparecchio stesso ha un valore considerevole di oltre mezzo milione di dollari USA.

Questi svantaggi non si presentano con le telecamere digitali. Tuttavia, non si presentano nemmeno i seguenti vantaggi: la qualità e la risoluzione dell’immagine sono ancora ineguagliate dalle videocamera digitali.

La risoluzione corrisponde a un massimo di 16K, ma quasi nessun regista sfrutta questa possibilità. Perché? Molti cinema non hanno l’attrezzatura per riprodurre pellicole da 70 mm, dato che la maggior parte dei fornitori di tutto il mondo si è ormai convertita alla tecnologia digitale.

Negli ultimi anni, tuttavia, l’IMAX sta riscuotendo un interesse sempre maggiore, in quanto i registi desiderano riportare in vita le sensazioni del cinema di un tempo. Per questo motivo, il numero di cinema IMAX è in aumento in tutto il mondo. Per godersi questi film in Germania, è necessario visitare uno dei pochissimi cinema IMAX .

Il film storico di guerra “Dunkirk” di Christopher Nolan è stato girato quasi esclusivamente con telecamere IMAX.

Panavision

La DLX2 del produttore statunitense Panavision è attualmente una delle videocamera digitali più potenti sul mercato. L’azienda produce le sue videocamera dal 1954. Tuttavia, non è possibile acquistare questo modello, in quanto la telecamera viene normalmente noleggiata.

Anche George Lucas usava le cineprese Panavision quando il creatore di Guerre Stellari girava ancora da solo. Secondo alcune indiscrezioni, per il regista di Guerre stellari VII, J. J. Abrahms, sono state realizzate speciali cineprese Panavision. Opportunamente soprannominate Millenium Falcon e Morte Nera.

Questi modelli sono in grado di effettuare riprese in 8K – cioè con una risoluzione di 8192 × 4320 pixela un massimo di 60 fotogrammi al secondo. La gamma di contrasto è fino a 16 f-stop e l’ISO nativo è fino a 1600. Il prezzo di queste fotocamere digitali non è noto, poiché i due dispositivi possono essere solo noleggiati. Gli esperti stimano 120.000 dollari USA per il solo corpo macchina. Un set completo di obiettivi potrebbe valere circa mezzo milione di dollari .

Panavision Millenium DLX2

  • risoluzione massima 8K o 8192 x 4320
  • Frame rate massimo fino a 300 FPS
  • Gamma di contrasto 16 f-stop
  • ISO nativo a 1600
  • Prezzo di acquisto: non in vendita
  • Prezzo di noleggio: da 1.000 euro al giorno

ARRI Alexa

Queste telecamere non hanno nulla a che fare con Amazon. Il produttore tedesco di videocamera e accessori Arnold & Richter, meglio conosciuto come ARRI, è una delle aziende più note del settore. L’azienda esiste dal 1917 e l’ARRI Alexa 65 è uno dei fiori all’occhiello del suo portafoglio. Emmanuel Lubezki, il direttore della fotografia tre volte premio Oscar, ha girato “The Revenant” con una Alexa 65.

Alexa 65

  • risoluzione massima 6,5K o 6560 x 3100 pixel
  • Opzionalmente possibile anche 5K o 4K
  • Frame rate massimo 60 FPS
  • Gamma di contrasto 14 f-stop
  • ISO nativo a 800
  • Prezzo nuovo: non in vendita
  • Prezzo di noleggio: da 1000 euro al giorno

ARRI Alexa LF

  • risoluzione massima di 4,5K
  • Frame rate massimo fino a 150 FPS
  • Possibilità di registrazioni opzionali in 4K o 2K
  • Gamma di contrasto 14 f-stop
  • ISO nativo a 800
  • Prezzo nuovo: 120.000 euro
  • Prezzo di noleggio: da 1000 euro al giorno

The Revenant” è stato premiato con l’Oscar per la migliore fotografia nel 2016. Il direttore della fotografia Emmanuel Lubezki ha utilizzato una Arri Alexa.

RED One e RED Monstro

La start-up americana RED è stata fondata nel 2005 da Jim Jannard e acquisita da Nikon nel marzo 2024. Da allora, il produttore di fotocamere è una filiale interamente controllata dal produttore giapponese di videocamera e ottiche. Il primo modello “Red One” è stato consegnato nel 2007 e nello stesso anno è stato riconosciuto come la telecamera più innovativa al mondo. risoluzione di 4,5K, profondità di colore di 12 bit e gamma di contrasto di 11,3 f-stop.

Circa dieci anni dopo, è apparsa una nuova videocamera di punta sotto forma di “Monstro“. Come suggerisce il nome, le caratteristiche sono mostruose: formato pieno 8K a un massimo di 60 FPS con 17 f-stop di contrasto e ISO 800 nativo. Per inciso, tutte le videocamera digitali presentate registrano in formato RAW. Ciò significa che l’apertura e l’esposizione possono essere modificate a posteriori senza dover rifare la pellicola.

Rosso Uno

  • Risoluzione massima di 4,5K con chip Mysterium X
  • Gamma di contrasto 11,3 f-stop
  • Frame rate massimo 120 FPS a 2K
  • Prezzo nuovo: 12.500 euro
  • Prezzo di noleggio: da 150 euro al giorno

Rosso Monstro

  • Risoluzione massima 8K in formato pieno
  • Frequenza massima dei fotogrammi 60 FPS
  • Gamma di contrasto 17 f-stop
  • ISO nativo 1600
  • Prezzo nuovo: 80.000 euro
  • Prezzo di noleggio: da 350 euro al giorno

Macchina fotografica Canon EOS

Anche il gigante giapponese dell’elettronica Canon entra nel mercato delle fotocamere a pellicola. Con la Canon EOS C700 e la C700 FF, Canon offre dispositivi rivali alla pari dei modelli già citati. Anche queste fotocamere a pellicola sono completamente digitali e capaci di prestazioni di alto livello.

Canon C700FF

  • risoluzione massima di 5,9K in formato pieno o 5952 × 3140 pixel
  • Frequenza massima dei fotogrammi 60 FPS
  • Gamma di contrasto 15 f-stop
  • ISO nativo 850
  • Prezzo nuovo: 33.000 euro
  • Prezzo di noleggio: da 200 euro al giorno

Canon EOS C700

  • risoluzione massima 4,5K o 4622 × 2469 con rapporto di aspetto 16:9
  • Frequenza massima dei fotogrammi 120 FPS
  • Gamma di contrasto 14 f-stop
  • ISO nativo 850
  • Prezzo nuovo: 35.000 euro
  • Prezzo di noleggio: da 1.000 euro al giorno

Le più importanti videocamere a pellicola in un colpo d’occhio

Filmkameras
© gnepphoto
ModelloTecnicaRisoluzioneSensibilitàPeso
IMAXanalogico
(su pellicola 70 mm)
16Ka seconda della pellicolacirca 100 kg (3D15-Solido)
Millennium DLX2digitale8KISO 1600 (nativo)
4,5 kg
Arri Alexa 65digitale6,5KISO 800 (nativo)
10 kg
Red Monstrodigitale8KISO 1600 (nativo)2,5 kg (solo corpo)
Canon EOS C700digitale4,5KISO 850 (nativo)circa 3,5 kg

Videokamere a pellicola: una parte elementare della produzione

Gli spettatori di solito non pensano al fatto che i loro film preferiti sono stati resi possibili e le storie sono state catturate solo da cineprese analogiche o digitali. Ma a volte non sono necessarie apparecchiature costose. Alcune produzioni sono state girate anche con uno smartphone.

Oltre a buone riprese originali e a una storia il più possibile emozionante o divertente, è essenziale anche un paesaggio sonoro accattivante. Per farvi capire meglio questo argomento, abbiamo dato un’occhiata più da vicino al suono dell’home cinema nelle vostre quattro mura.

Tobias

tvfindr Editorial

[email protected]

Potreste essere interessati anche a ...